Mobili

rapporti paese

distribuzione

imbottiti

materassi

Contract & design

ufficio

cucina

bagno

esterni DIY

elettrodomestici

illuminazione

English

I marmi Margraf per il progetto La Petite Afrique

19 Settembre 2017 - Milano

  I marmi Margraf per il progetto La Petite Afrique

Nel corso della conferenza stampa Margraf del 19 settembre scorso a Milano, il presidente Silvio Xompero ha illustrato un progetto dove l'unicità e la bellezza dei marmi Margraf rende esclusiva una residenza di prestigio a Monte Carlo, a poca distanza dai Giardini del Casinò, l'Hotel de Paris e la Salle Garnier.

Locandina della manifestazione

La Petite Afrique, edificio di lusso composto da 11 piani fuori terra, piscina privata sul tetto, 6 livelli sotterranei dedicati ai parcheggi, alla piscina coperta e alla SPA, è stata progettata dall'Architetto brasiliano Isay Weinfeld a seguito di un concorso internazionale a inviti, promosso da Fine Properties Monte Carlo.

Il concorso ha visto la partecipazione di firme dell'architettura internazionale – Ateliers Jean Nouvel, Shigeru Ban Architects, Kengo Kuma Architects, Adjaye Associates e altri – per progettare un edificio dotato delle più moderne tecnologie che tenesse conto del contesto urbano circostante e soprattutto della vicinanza con i giardini del Casinò, chiamati "Petite Afrique".

L'idea di Weinfeld, che ha riscosso unanime approvazione, sia del pubblico che delle due giurie esaminatrici, è stata quella di concepire un edificio dal design minimale ed elegante che si relazionasse con la vista sui giardini del Casinò e sul mare della Costa Azzurra.

In questo nuovo edificio, i marmi Margraf sono protagonisti. All'esterno, la facciata, che ben si integra con l'architettura Fin de Siècle dei palazzi circostanti, è caratterizzata da 500 mq di parete ventilata in Bronzite, di spessore 3 cm, fino al terzo piano. Per impreziosire il perimetro, sono stati posati 2.200 mq di rivestimento sagomato curvo in Gascogne.

Gli appartamenti si caratterizzano per le ampie terrazze con pavimentazione galleggiante in Travertino Romano Classico, di spessore 2 cm, posato su honeycomb. All'interno, gli ambienti sono resi particolarmente raffinati dal Travertino Navona a vena ricorrente, nella zona giorno, dal Calacatta Oro a macchia aperta per i pavimenti e per i rivestimenti dei bagni e da circa 850 mq di quarzo bianco ricomposto per le zone di servizio e le cucine. Anche la Spa e la piscina coperta, rivestite da 800 mq di Travertino Romano Classico, sono impreziositi da marmi Margraf, capaci di rendere gli ambienti unici e raffinati.

 

 Silvio Xompero (Presidente Margraf)(dx)- Giorgio Tartaro (coordinatore dell'incontro)

Il Presidente Margraf Silvio Xompero (a destra) e il coordinatore dell'incontro Giorgio Tartaro

La storia di Margraf – in origine Industria Marmi Vicentini – ha inizio nel 1906 in provincia di Vicenza, a Chiampo, e si caratterizza, fin dalle origini, per una spiccata attenzione alla ricerca e all'innovazione tecnologica e per la stretta collaborazione con prestigiosi architetti internazionali. Oggi, dopo più di 100 anni, l'Azienda si inserisce a buon diritto tra i protagonisti a livello mondiale del settore.
www.margraf.it

top